logo-robur
25/02/2010

Sistemi a espansione diretta o idronici?

Come dire: meglio lavorare con l'acqua o con un gas refrigerante? Ai posteri l'ardua sentenza...

Sistemi a espansione diretta o idronici?
Già... bella domanda!
Un po’ come dire se era meglio Coppi o Bartali... (a proposito, ma chi è stato a passare la borraccia all’altro?).

Scherzi a parte è indubbio che anche i principali costruttori di tecnologia a espansione diretta (cos’è un sistema a espansione diretta?) a volume variabile, iniziano a prendere seriamente in considerazione l’opportunità di entrare nel mondo idronico. La domanda è: si tratta di una semplice scelta commerciale atta ad allargare l’offerta a catalogo oppure c’è veramente la tentazione di dire che con “l’acqua è più bello”?

Mah... quello che è certo è che un sistema idronico è più semplice da progettare e da realizzare, soprattutto per la maggior parte degli installatori, probabilmente più abituati a far girare acqua, piuttosto che gas refrigerante all’interno dei tubi. Non solo, ma con un impianto ad acqua risulta molto meno complicato apportare qualsivoglia modifica all’esistente e perché no… trovare, ahimè, un’eventuale perdita.

E se è necessario aggiungere un fan-coil?
Oppure da modificare una tubazione?
Pronti, via, è il gioco è fatto. Si taglia il tubo, si verifica che la pompa sia ancora idonea e si va avanti.

Un po’ più complicato è il discorso per gli impianti nei quali circola un gas refrigerante.

Cos’è un sistema a espansione diretta? Un sistema a espansione diretta è un sistema di distribuzione dell’energia termica e/o frigorifera per il riscaldamento e/o condizionamento dei locali per mezzo di tubazioni idriche, nelle quali non circola acqua calda o fredda, come nei sistemi tradizionali definiti idronici, ma un particolare gas refrigerante, proveniente da una unità di produzione termo-frigorifera esterna (motocondensante), dotata di compressore. In altre parole, nel sistema ad espansione diretta alle unità interne installate nei locali riscaldati (o condizionati) che emettono aria calda o fredda non arriva semplice acqua, riscaldata o raffreddata da una caldaia o una pompa di calore idronica, ma un gas (HFC) caldo o freddo proveniente da una unità esterna, alimentata tipicamente ad energia elettrica oppure a gas (motocondensanti a motore endotermico).

 

Share
Share
Share
Share
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info