logo-robur

INCENTIVI // ALTRI // Altri incentivi

ALTRI INCENTIVI

 
Conosci il Decreto Rilancio che permette detrazioni fiscali al 110%?
LEGGI L'ARTICOLO SUL NOSTRO BLOG
 
  1. CREDITO D'IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI STRUMENTALI
  2. FONDO NAZIONALE EFFICIENZA ENERGETICA: sostiene la realizzazione di interventi finalizzati a garantire il raggiungimento degli obiettivi nazionali di efficienza energetica, in linea con quanto previsto dal Protocollo di Kioto.
  3. NUOVA SABATINI: agevolazioni per acquisto macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali.
 
 

Credito d'Imposta per investimenti in Beni Strumentali

 
La legge di Bilancio 2021 8Legge n. 178/2020) ha modificato la precedente normativa fiscale relativa all'agevolazione posta alle imprese per l'acquisto di beni utili e necessari per i processi produttivi interni alle aziende, che abbiano un utilizzo oltre il singolo esercizio. La legge ha così modificato l'impianto normativo:
  • investimenti in beni strumentali materiali diversi da quelli indicati nell’Allegato A di Industria 4.0: credito d'imposta del 10% nel limite massimo di 2 milioni fino al 31 dicembre 2021, o entro il 30 giugno 2022 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2021 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione. In seguito, e fino alla scadenza del Piano si applica l’aliquota vigente del 6%;
  • investimenti in beni strumentali immateriali diversi da quelli indicati nell’Allegato B di Industria 4.0: credito d'imposta del 10% nel limite massimo di 1 milione fino al 31 dicembre 2021, o entro il 30 giugno 2022 a condizione che entro la data del 31 dicembre 2021 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione. In seguito, e fino alla scadenza del Piano si applica l’aliquota vigente del 6%;
  • investimenti in strumenti e dispositivi tecnologici destinati dall’impresa alla realizzazione di forme di lavoro agile: credito d'imposta del 15%;
  • investimenti in beni strumentali materiali indicati nell’Allegato A di Industria 4.0: fino al 31 dicembre 2021 ovvero entro il 30 giugno 2022, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2021 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione:
    50% per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
    30% per la quota di investimenti tra 2,5 e 10 milioni di euro;
    10% per la quota di investimenti superiori a 10 milioni di euro fino al limite massimo di costi complessivamente ammissibili pari a 20 milioni di euro;
  • in seguito, e fino alla scadenza del Piano si applicano le seguenti aliquote:
    40% per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
    20% per la quota di investimenti tra 2,5 e 10 milioni di euro;
    10% per la quota di investimenti superiori a 10 milioni di euro fino al limite massimo di costi complessivamente ammissibili pari a 20 milioni di euro;
  • investimenti in beni strumentali immateriali indicati nell’Allegato B di Industria 4.0: 20%, nel limite massimo di costi ammissibili pari a 1 milione. Si considerano agevolabili anche le spese per servizi sostenute in relazione all'utilizzo dei beni di cui al già menzionato allegato B mediante soluzioni di cloud computing, per la quota imputabile per competenza.

Per i dettagli relativi alle modalità di accesso al Credito si rimanda al sito del Ministero dello Sviluppo Economico www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/credito-d-imposta-beni-strumentali
 

Fondo Nazionale Efficienza Energetica


FNEE Fondo Nazionale Efficienza Energetica

Il Fondo Nazionale per l’Efficienza Energetica - FNEE è un incentivo che sostiene la realizzazione di interventi finalizzati a garantire il raggiungimento degli obiettivi nazionali di efficienza energetica, in linea con quanto previsto dal Protocollo di Kioto.

RISORSE: Le risorse finanziarie stanziate per l'incentivo ammontano a circa 185 milioni di euro e sono così suddivise:
  • 30% garanzie;
  • 70% finanziamenti agevolati.
Inoltre è prevista una dotazione aggiuntiva per il biennio 2019-2020 di 125 milioni di euro.

MODALITA': Il FNEE è una misura a sportello, pertanto le domande sono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo e non ci sono graduatorie.
Il Fondo è disciplinato dal Decreto interministeriale 22 dicembre 2017.

COSA: Sono finanziabili le iniziative riguardanti:
  • la riduzione dei consumi di energia nei processi industriali;
  • la realizzazione e/o l’implementazione di reti ed impianti di teleriscaldamento e teleraffrescamento;
  • l’efficientamento di servizi ed infrastrutture pubbliche, inclusa la pubblica illuminazione;
  • la riqualificazione energetica degli edifici.

SPESE AMMISSIBILI
  • consulenze (nella misura max del 10% delle spese ammissibili);
  • impianti, macchinari e attrezzature;
  • interventi sull'involucro edilizio;
  • infrastrutture specifiche.

BENEFICIARI: I destinatari delle agevolazioni sono:
  • Imprese (in forma singola o associata/aggregata quali Consorzi, Contratti di rete e ATI);
  • ESCO (in forma singola o associata/aggregata quali Consorzi, Contratti di rete e ATI);
  • Pubbliche Amministrazioni (in forma singola o associata/aggregata quali Protocolli d’intesa, Convenzioni, Accordi di programma).

PER APPROFONDIRE: Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa SpA - invitalia.it
 

Nuova Sabatini


Nuova SabatiniCon il decreto direttoriale n. 1338 del 28 gennaio 2019, è disposta, a partire dal 7 febbraio 2019, la riapertura dello sportello per la presentazione delle domande di accesso ai contributi, grazie allo stanziamento di nuove risorse finanziarie previste dalla Finanziaria 2019.



I CONTRIBUTI: sono concessi secondo le modalità fissate nel decreto interministeriale 25 gennaio 2016 e nella circolare direttoriale 15 febbraio 2017, n. 14036, e ss. mm. ii.

AGEVOLAZIONI PER INVESTIMENTI: finanziamenti a tasso zero per acquisto di macchinari, impianti, attrezzature, beni strumentali, arredi e tecnologie digitali.

CONTRIBUTI: La Nuova Sabatini concede contributi dal Ministero dello sviluppo economico a fronte di finanziamenti bancari quinquennali per l’acquisto di macchinari, impianti e attrezzature, hardware, software ed in tecnologie digitali.

BENEFICIARI: La misura è rivolta alle micro, piccole e medie imprese operanti in tutti i settori, inclusi agricoltura e pesca, e prevede l’accesso ai finanziamenti e ai contributi a tasso agevolato per gli investimenti (anche mediante operazioni di leasing finanziario).

MASSIMALE: i finanziamenti coprono il 100% dei costi ammissibili ed hanno una durata massima di cinque anni dalla stipula del contratto.

DOMANDE: a partire dal 7 febbraio 2019.

 
Share
Share
Share
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info