Classe A di risparmio energetico

scegli la lingua
For 60Hz electrical requirements please visit US website

SOLUZIONI PER LA CLASSE A

immagine della pagina Soluzioni per la Classe A
immagine della pagina Soluzioni per la Classe A
immagine della pagina Soluzioni per la Classe A


Soluzioni praticabili per raggiungere la classe energetica A


Per comprendere al meglio i risultati ottenibili attraverso l’impiego delle pompe di calore ad assorbimento a gas Robur è utile un test comparativo realizzato, con la collaborazione dello Studio Tecnico Taddei – Dami di Prato, su un tipico edificio residenziale in cui è stata valutata la variazione della classe energetica dell’immobile in funzione di diverse soluzioni progettuali di isolamento termico e di diverse scelte impiantistiche.

L’edificio preso a riferimento per le prove comparative è caratterizzato, sotto il profilo energetico, da una buona base di partenza per quanto concerne le caratteristiche strutturali:
• pareti perimetrali esterne con muratura a cassetta con blocco in poroton pesante di 25 cm con isolante termico con pannello in lana di vetro e barriera al vapore cm 8 e mattoni forati di cm 8;
• isolamento delle coperture e delle terrazze disperdenti con pannelli di polistirene cm 10 ed isolamento del solaio (pavimento) del primo piano su tutte le zone aperte disperdenti con pannello in polistirene di cm 5 applicato all’intradosso del solaio;
• infissi in legno con vetro camera, cassonetto interno coibentato con tapparella avvolgibile.
L’impianto termico è stato invece assunto prevedendo le soluzioni e le tecnologie “top” del mercato:
• caldaia a condensazione;
• impianto radiante a pavimento.

I risultati dei calcoli relativi alla classificazione energetica di questo edificio, con le tipologie strutturali e di impianto sopra menzionate, evidenziano un indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale pari a 31,44 kWh/m2 anno e di conseguenza il raggiungimento della classe energetica B di CasaClima. Come era auspicabile, l’adozione di un “buon” edificio e di un “buon” impianto, determina il raggiungimento di una classe energetica di valore, ma non il raggiungimento della classe energetica A che come visto catturerà l’attenzione del mercato immobiliare.

Per raggiungere la classe energetica A, le strade percorribili sono due: migliorare ulteriormente la componente strutturale dell’edificio, oppure adottare un impianto di riscaldamento con una tecnologia innovativa, come le pompe di calore ad assorbimento a gas. Le uniche soluzioni percorribili per migliorare ulteriormente l’ edificio, considerando che la coibentazione è stata assunta già conforme ai valori di trasmittanza previsti dal D.Lgs 311/06 per l’anno 2010, sono l’impiego di murature a termoblocchi Gasbeton con correzione dei ponti termici, o l’adozione di murature con isolamento “a cappotto”.

Soluzione con isolamento “a cappotto"
Riferendoci a questa soluzione, vista la sua maggiore diffusione rispetto alle muratore Gasbeton, dobbiamo effettivamente rimarcare che, nell’edificio preso a riferimento, l’adozione delle murature perimetrali con isolamento a cappotto determina un indice di prestazione energetica pari a 28,02 kWh/m2 anno e di conseguenza il raggiungimento della classe energetica A.
L’obiettivo della classe energetica A è quindi raggiunto, ma a fronte di maggiori costi che possono essere così stimati:
• superficie pareti perimetrali dell’edificio di riferimento = 2.389 m2;
• maggiore costo dell’isolamento a cappotto rispetto la muratura dell’edificio di riferimento = 40 €/ m2;
• costo isolamento a cappotto = 95.000 €.

Soluzione con pompe di calore ad assorbimento a gas (GAHP) ROBUR
L’impiego di pompe di calore ad assorbimento a gas Robur con un impianto di riscaldamento del tipo radiante a pavimento, permette, evitando l’isolamento a cappotto, il raggiungimento di un indice di prestazione energetica pari a 20,84 kWh/m2 anno e di conseguenza il raggiungimento della classe energetica A.
L’impiego delle pompe di calore ad assorbimento a gas con un impianto di riscaldamento con radiatori dimensionati a bassa temperatura permette ugualmente il raggiungimento della classe energetica A, con un indice di prestazione energetica pari a 22,76 kWh/m2 anno. Il costo occorrente è stimabile in:
• potenza termica totale richiesta = 100 kW;
• costo pompe di calore ad assorbimento a gas = 25.000 €;
risparmio ottenibile rispetto l’isolamento a cappotto = -70.000 €.

Progetti di riqualificazione
I risultati soprascritti aprono un altro interessante scenario nel campo della riqualificazione energetica degli edifici esistenti.
Appaiono evidenti i vantaggi determinati dall’adozione delle pompe di calore ad assorbimento a gas con l’obiettivo di ottenere il miglioramento della classe energetica degli edifici esistenti.
In questo caso la classe A è ottenibile limitando gli investimenti che riguardano la parte strutturale dell’edificio, intervenendo quindi essenzialmente solo sull’impianto di riscaldamento.

Conclusione
Appare evidente come il risultato della classe energetica A di Casaclima per i nuovi edifici, o il miglioramento della classe energetica per gli edifici esistenti, possa efficacemente essere raggiunto attraverso l’impiego di impianti più efficienti, mettendo in campo tecnologie che sfruttano fonti energetiche rinnovabili, il tutto in una logica di rapporto costi-benefici.
In ultima analisi, sempre a favore dell’impiego della pompa di calore ad assorbimento a gas, il vantaggio che con un modesto aumento del costo d’acquisto, queste apparecchiature possono essere fornite in versione reversibile, per produrre anche acqua fredda per il condizionamento estivo.



Hai già letto l'articolo "Edifici ad alto risparmio energetico: come ridurre i costi degli interventi con impianti più efficienti"?