logo-robur logo-robur
Carriere Come raggiungerci Accesso G3 Webmail aziendale
Nuovo Conto Termico 2016
04/03/2016

Nuovo Conto Termico 2016

In vigore dal prossimo 31 maggio prevede un’agevolazione per tutti gli interventi di efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili in edifici esistenti di qualsiasi categoria catastale

Il Decreto 16 febbraio 2016, più noto come Nuovo Conto Termico 2016, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 2 marzo 2016 e in vigore dal prossimo 31 maggio 2016 prevede un’agevolazione per tutti gli interventi di efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili in edifici esistenti di qualsiasi categoria catastale.

Il contributo economico previsto dal decreto, a differenza delle detrazioni fiscali (50% e 65% che sono una riduzione delle imposte IRPEF e IRES nella dichiarazione dei redditi), è accreditato direttamente sul conto corrente dal GSE Gestore dei Servizi Energetici.

Il contributo erogato può arrivare al 65% della spesa sostenuta ed è erogato in 2 o 5 anni a seconda dei casi oppure in un'unica soluzione per importi fino a 5.000 euro.

Puoi cogliere l’opportunità del nuovo Conto Termico scegliendo:
Questa novità è un passo importante verso il riconoscimento delle tecnologie moderne che portano da subito e concretamente ai cittadini benefici in termini di efficientamento energetico degli edifici e di risparmio sui costi dell’energia.

Gli interventi incentivabili inerenti gli impianti di climatizzazione invernale e produzione di acqua calda sanitaria si riferiscono a:
  1. interventi di incremento dell’efficienza energetica: ricadono in questa tipologia gli interventi di sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti che prevedono l’utilizzo di caldaie o generatori d’aria calda a condensazione;
  2. interventi che prevedono la produzione di energia termica da fonti rinnovabili: ricadono in questa tipologia gli interventi di sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti che prevedono l’utilizzo di pompe di calore a gas e sistemi ibridi.

Entrambi gli interventi suddetti sono accessibili per le Pubbliche Amministrazioni. Per i Privati (intesi come persone fisiche, condomini e soggetti titolari di reddito d’impresa o agrario) sono ammissibili gli interventi del secondo punto.

Per approfondimenti consulta WWW.INCENTIVIRISCALDAMENTO.IT:

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info