logo-robur logo-robur
Carriere Come raggiungerci Accesso G3 Webmail aziendale
Decreto per l'efficientamento degli immobili della Pubblica Amministrazione Centrale
17/11/2016

Decreto per l'efficientamento degli immobili della Pubblica Amministrazione Centrale

Per dare attuazione alla direttiva europea 2012/27 sull’efficienza energetica, che prevede l’efficientamento di non meno del 3% annuo della superficie utile del patrimonio edilizio dello Stato

Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 9 novembre il decreto 16 settembre 2016 del Ministero dello Sviluppo economico e del Ministero dell'Ambiente inerente le modalità di attuazione del programma di interventi per il miglioramento della prestazione energetica degli immobili della Pubblica Amministrazione Centrale, per dare attuazione a quanto previsto dalla direttiva europea 2012/27 sull’efficienza energetica, che prevede l'efficientamento di non meno del 3% annuo della superficie utile del patrimonio edilizio dello Stato.
Per questo, la Pubblica Amministrazione Centrale ha stanziato 355 milioni di euro nel periodo 2014-2020.

Art. 3 Tipologia di interventi ammessi a finanziamento
1. Nell'ambito del programma di cui all'art. 1, accedono ai finanziamenti, tra gli altri, i seguenti interventi:
...omissis...
d) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale utilizzanti generatori di calore a condensazione;
e) sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica;
...omissis...
2. Accedono altresì ai finanziamenti, gli interventi sugli immobili e sugli impianti non ricompresi al comma 1, purché gli stessi comportino una riduzione dei consumi di energia, a titolo non esaustivo, per l'illuminazione, il riscaldamento e/o il raffrescamento degli ambienti destinati ad uso di pubblico servizio degli immobili di cui all'art. 1.

Art. 4 Spese ammissibili
Sono ammissibili a finanziamento le spese, comprensive di IVA, strettamente connesse alla realizzazione degli interventi di efficienza energetica. A titolo non esaustivo, tali spese, comprendono la fornitura e la messa in opera del materiale, degli impianti e dei dispositivi per il monitoraggio, ivi comprese le relative opere edili, nonché le spese per l'avviamento e il collaudo. Tali spese comprendono altresì la demolizione e ricostruzione degli elementi costruttivi, nonché lo smontaggio e la dismissione degli impianti esistenti.

Art. 16 Informazione, formazione ed assistenza tecnica
Entro quarantacinque giorni dall'entrata in vigore del presente decreto, l'ENEA e il GSE predispongono linee guida alla presentazione dei progetti e le sottopone all'approvazione del Ministero dello sviluppo economico, del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. A seguito della suddetta approvazione, da rilasciarsi entro 15 giorni, le linee guida sono pubblicate sui siti istituzionali dei Ministeri succitati e dell'ENEA.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info