logo-robur logo-robur
Carriere Come raggiungerci Accesso G3 Webmail aziendale

AREA TECNICA // DOSSIER TECNICI // TECNOLOGIA DELL'ASSORBIMENTO // Monitoraggio delle prestazioni energetiche di impianti di climatizzazione

Monitoraggio delle prestazioni energetiche di impianti di climatizzazione

Report RSE: monitoraggio delle prestazioni energetiche di un impianto di riscaldamento con pompe di calore ad assorbimento a metano ed energia rinnovabile aerotermica.

RSE (Ricerca sul Sistema Energetico)* ha monitorato l’impianto costituito da due pompe di calore aerotermiche ad assorbimento a metano (GAHP-A - Gas Absorption Heat Pump) e un gruppo modulare a condensazione asservite al riscaldamento e alla produzione di acqua calda sanitaria di un fabbricato industriale presso la sede Robur a Zingonia - BG.

Monitoraggio delle prestazioni energetiche di impianti di climatizzazione

L’impianto

Le pompe di calore ad assorbimento aerotermiche a metano utilizzate sono del tipo ad alta temperatura (massima 65 °C) per solo riscaldamento.
Queste caratteristiche le rendono particolarmente adatte a essere utilizzate in retrofit di impianti a radiatori in edifici residenziali plurifamiliari, del terziario o dell’industria.
La regolazione della temperatura dell’acqua di mandata è stata fatta tenendo conto che l’impianto serve delle unità termoventilanti ad alta temperatura. Si è quindi scelto l’utilizzo dell’impianto con funzionamento in curva climatica, con la seguente regolazione:
  • aria esterna 15 °C, acqua in mandata a 50 °C.
  • aria esterna -5 °C, acqua in mandata a 57 °C.
A causa della differenza di portata tra circuito primario e secondario la temperatura delle pompe di calore è risultata compresa tra 54 °C e 61 °C.

Monitoraggio delle prestazioni energetiche di impianti di climatizzazione

I risultati

Il grafico sotto permette di apprezzare come già a 0 °C di aria esterna le pompe di calore ad assorbimento GAHP (che rappresentano solo il 26% della potenza complessiva installata) forniscano più del 50% dell’energia, sempre con temperature di mandata superiori a 59 °C.

Risultati del monitoraggio delle prestazioni energetiche di un impianto di riscaldamento con pompe di calore

Nel grafico sotto si evidenzia l’andamento del G.U.E. (Gas Utilization Efficiency) in funzione della temperatura esterna, confrontato con gli andamenti teorici attesi (dati tecnici del costruttore).

Monitoraggio delle prestazioni energetiche di impianti di climatizzazione

Due le considerazioni importanti relativamente a questo grafico: 
  • anche a -6 °C di aria esterna le pompe di calore ad assorbimento a metano GAHP mantengono efficienze superiori al 105%, nonostante le temperature di mandata superiori a 60 °C.
  • In considerazione della temperatura di mandata effettiva oltre i 60 °C, i valori di G.U.E. misurati sono del tutto corrispondenti con quelli dichiarati dal costruttore, a conferma dell’affidabilità delle unità e dei dati dichiarati.
Monitoraggio delle prestazioni energetiche di impianti di climatizzazione

Le conclusioni

Lo studio di RSE ha permesso di confermare che:
  • le pompe di calore GAHP hanno fornito prestazioni elevate ed in linea con quanto dichiarato dal costruttore;
  • il G.U.E. (Gas Utilization Efficiency) medio stagionale è stato pari al 130 %, corrispondente ad un PER (Primary Energy Ratio) di 1,2 comprensivo dei consumi elettrici (nell'inverno più freddo degli ultimi 27 anni);
  • questo livello di efficienza è stato garantito nonostante l’elevata temperatura di mandata richiesta dall'impianto, da 54 °C a 61 °C, prova di un possibile accoppiamento di questa tecnologia anche in impianti dotati di radiatori;
  • anche durante i periodi caratterizzati da rigide temperature esterne le macchine hanno comunque garantito il servizio di riscaldamento con prestazioni sempre superiori a quelle di qualunque caldaia.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info