logo-robur

INCENTIVI // INCENTIVI REGIONALI // Regione Toscana - Por Fesr 2014-2020: contributi per efficientamento energetico immobili pubblici

Regione Toscana - Por Fesr 2014-2020: contributi per efficientamento energetico immobili pubblici


Por Fesr 2014-2020 Regione Toscana: contributi per l'efficientamento energetico di immobili pubblici
 

Contributi in conto capitale, destinati a Enti locali e Aziende sanitarie e Aziende ospedaliere, fino ad un massimo dell'80% delle spese ammissibili, per interventi di sostituzione di climatizzazione ad alta efficienza, telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti.


La Regione Toscana con decreto dirigenziale n. 10360 del 14 luglio 2017, ha approvato il bando Por Fesr 2014-2020 - Progetti di efficientamento energetico degli immobili pubblici" (allegato 1 del decreto), integrato con decreto n. 12954 dell' 8 settembre 2017: Finalità del bando è incentivare la realizzazione di progetti di miglioramento dell'efficienza energetica di immobili pubblici di Enti locali e Aziende sanitarie o ospedaliere della Toscana.
 

Destinatari


Possono presentare domanda solo i seguenti soggetti pubblici: Enti Locali quali Comuni, Province, Città Metropolitana, Unioni di Comuni. Aziende Sanitarie Locali e Aziende Ospedaliere.
 

Presentazione della domanda e scadenze


Presentazione online, sulla piattaforma web dedicata di Sviluppo Toscana raggiungibile all'indiirzzo web www.sviluppo.toscana.it/energiapubblico a partire dalle ore 9 del 26 luglio 2017 fino alle ore 17:00 del 31 gennaio 2018.
 

Interventi ammissibili


Ciascuna domanda-progetto di finanziamento può prevedere anche più di uno degli interventi di cui all'elenco A) e B).

A) Il progetto dovrà prevedere almeno una delle seguenti tipologie di intervento:
  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali;
  • sostituzione di serramenti e infissi;
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione o da pompe di calore ad alta efficienza;
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, integrati o meno nel sistema di riscaldamento dell'immobile;
  • installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici e delle emissioni inquinanti (domotica);
  • sistemi di climatizzazione passiva (sistemi di ombreggiatura, filtraggio dell'irradiazione solare, sistemi di accumulo, serre solari, etc.);
  • installazione di impianti di cogenerazione e trigenerazione ad alto rendimento;
  • realizzazione di reti di teleriscaldamento e teleraffrescamento energeticamente efficienti per la distribuzione di energia all'interno dell'edificio e/o complesso di edifici pubblici.

B) A completamento degli interventi precedenti possono essere attivati anche i seguenti interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili, quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica e di energia elettrica da fonte energetica rinnovabile solare senza eccedere i limiti dell'autoconsumo:
  • impianti solari termici;
  • impianti geotermici a bassa e media entalpia;
  • pompe di calore;
  • impianti di teleriscaldamento / teleraffrescamento energeticamente efficienti;
  • impianti solari fotovoltaici.
 

Spese ammissibili


Per la realizzazione degli interventi previsti nel presente bando sono ammissibili le seguenti voci di spesa:

a) investimenti materiali quali fornitura, installazione e posa in opera di impianti, macchinari, attrezzature, sistemi, materiali e componenti necessari alla realizzazione del progetto, ivi inclusi gli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d'asta;

b) opere edili ed impiantistiche strettamente connesse e necessarie alla realizzazione degli interventi, ivi inclusi gli oneri di sicurezza non soggetti a ribasso d'asta;

c) spese tecniche (progettazione, diagnosi energetica e/o attestazione prestazione energetica ante e post intervento, direzione lavori, pianificazione e coordinamento sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, collaudo e certificazione degli impianti, macchinari, sistemi ed opere, indagini, studie consulenze professionali ivi compresi gli incentivi ex articolo 113 "Appalti nei settori speciali aggiudicati a scopo di rivendita o di locazione a terzi" del decreto legislativo n. 50/2016) fino ad un massimo del 10 % dell'importo delle spese ammissibili totali, purché le stesse siano strettamente connesse e necessarie alla preparazione e realizzazione degli interventi;

d) IVA realmente e definitivamente sostenuta dal beneficiario e solo se non recuperabile, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente.
 

Dotazione finanziaria


Il bando ha un budget finanziario iniziale di 8 milioni su una disponibilità dell'asse 4 "Sostenere la transizione verso un'economia a bassa emissione di carbonio in tutti i settori"- azione 4.1.1 del Por Fesr che finanzia il bando, di circa 30 milioni.
 

Link utili


Il bando su sito Regione Toscana
Domanda di finanziamento su sito Regione Toscana

.
Share
Share
Share
Share
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info